Tra Firenze e Rio | Entre Florença e Rio
Auguste Grandjean de Montigny (1776-1850) e la riscoperta dell’architettura 
del Rinascimento toscano
a cura di
mario bevilacqua
Nel 1806-1815 Auguste Grandjean de Montigny (Parigi 1776 - Rio de Janeiro 1850), dopo un lungo soggiorno di studio in Italia come pensionnaire all’Accademia di Francia a Roma, pubblica col collega Auguste Famin i rilievi di decine di architetture note e meno note del Rinascimento fiorentino. L’Europa neoclassica scopre attraverso i rilievi de l’Architecture toscane, ou palais, maisons, et autres édifices de la Toscane i capolavori di una stagione fino ad allora trascurata, attraverso cui evidenziare e attualizzare il rapporto tra il discorso sul Rinascimento in architettura, la sua rappresentazione, la sua standardizzazione, e la sua assunzione a modello per la contemporaneità. Con la caduta di Napoleone Grandjean de Montigny approda in Brasile, incaricato dei principali progetti di rinnovamento della capitale Rio de Janeiro. 
Mario Bevilacqua insegna Storia dell’architettura presso l’Università di Firenze, ed è direttore del Centro di Studi sulla Cultura e l’Immagine di Roma presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, dove coordina il “Progetto Frutaz. Piante a stampa di Roma modena, secoli XV-XIX”. Ha curato mostre e convegni, e ha pubblicato saggi e monografie su temi di architettura e città tra tardo medioevo e XIX secolo. Tra le principali pubblicazioni e curatele: Roma nel secolo dei Lumi. Architettura erudizione scienza nella Nuova Pianta di Roma di G.B. Nolli ‘celebre gometra’ (1999); Giulianova. La costruzione di una ‘città ideale’ del Rinascimento. Teorie committenti cantieri (2002); Atlante del Barocco in Italia. Il sistema delle residenze nobiliari. Stato pontificio e Granducato di Toscana (2003); Atlante del Barocco in Toscana. Firenze e il Granducato (2007); The Serpent and the Stylus: Essays on G.B. Piranesi (2007); Nolli Vasi Piranesi. Immagine di Roma antica e moderna (2004); Piranesi Taccuini di Modena (2008); I progetti per la facciata di S. Maria del Fiore (1585-1645). Architettura a Firenze tra Rinascimento e Barocco (2015); S. Andrea al Quirinale. I restauri della decorazione della cupola e nuovi studi berniniani (2016); L’immagine di Roma da Bufalini a Nolli. Un modello europeo (2018).

Mario Bevilacqua is Associate Professor of Architectural History at the University of Florence and is the Director of the Centre of Studies on the Culture and Image of Rome at the Central National Library of Rome, where he coordinates “Progetto Frutaz. Piante a stampa di Roma modena, secoli XV-XIX”. He has curated exhibitions and organised conferences, and has published essays and monographs on themes concerning architectural and urban history between the late Middle Ages the 19th century. Among his main publications and curatorships: Roma nel secolo dei Lumi. Architettura erudizione scienza nella Nuova Pianta di Roma di G.B. Nolli ‘celebre gometra’ (1999); Giulianova. La costruzione di una ‘città ideale’ del Rinascimento. Teorie committenti cantieri (2002); Atlante del Barocco in Italia. Il sistema delle residenze nobiliari. Stato pontificio e Granducato di Toscana (2003); Atlante del Barocco in Toscana. Firenze e il Granducato (2007); The Serpent and the Stylus: Essays on G.B. Piranesi (2007); Nolli Vasi Piranesi. Immagine di Roma antica e moderna (2004); Piranesi Taccuini di Modena (2008); I progetti per la facciata di S. Maria del Fiore (1585-1645). Architettura a Firenze tra Rinascimento e Barocco (2015); S. Andrea al Quirinale. I restauri della decorazione della cupola e nuovi studi berniniani (2016); L’immagine di Roma da Bufalini a Nolli. Un modello europeo (2018). 
Back to Top