L’architettura dipinta: storia, conservazione e rappresentazione digitale
stefano bertocci, fauzia farneti  
Il volume raccoglie i numerosi contributi presentati al quarto convegno internazionale di studi sul Quadraturismo che si è tenuto a Firenze nel 2018 e si collega idealmente alla collana di lavori e convegni sull’architettura dell’inganno promossi dal gruppo di ricerca fiorentino. Il quadraturismo, affermatosi nella prima metà del XVII secolo, declina in infinite varianti il motivo della finta architettura e, quindi, della finta spazialità e modella con modalità illusoria gli interni di chiese e palazzi con padronanza dei linguaggi architettonici e della scienza prospettica fra Seicento e Settecento, fino a divenire una delle espressioni creative più caratterizzanti del vasto fenomeno del barocco. Gli interventi raccolti si propongono non solo di proseguire il censimento delle opere di tanti maestri operanti in Italia e all’estero, ma anche di delineare i complessi itinerari degli artisti e chiarire il ruolo della committenza nei singoli casi studio.
sfoglia la tua copia su issuu
Back to Top