Progetto Dicomano
Ripensare Piazza della Repubblica
fabio fabbrizzi
La piazza, oltre al luogo della quotidiana manifestazione di fisicità, scenario del qui e ora della vita dei diversi abitanti di una città, è anche un luogo dell’astrazione, uno spazio dell’immaginario, una rappresentazione del simbolo. La piazza è una forma del vuoto ma anche un paradigma della mente, uno spazio nel quale l’astrazione della geometria può mettere a nudo misura, proporzione e ritmo. La piazza è anche un luogo ideale rincorso da tempo immemore quale fonte di civiltà, la cui rappresentazione, affida alle materie e alla loro reciproca interazione, la chiarezza dei simboli che veicola, mentre il suo spazio incarna il luogo deputato all’incontro e allo scambio nel quale si fondono memorie, tradizioni, simboli e riti e dove si costruisce identità e carattere.
Sfoglia la tua copia su issuu
Fabio Fabbrizzi è Professore Associato di Progettazione Architettonica e Urbana presso il DIDA — Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze. La sua ricerca teorica e progettuale si addentra nel rapporto tra memoria e contemporaneità nell’interpretazione dei molti caratteri dei luoghi, non ultimo quello ambientale. Autore di numerosi testi e pubblicazioni scientifiche sul progetto d’architettura e sui suoi molti aspetti, insegna Progettazione Architettonica presso il DIDA — Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze e Allestimento e Museografia presso la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio sempre dell’Università degli Studi di Firenze.
Back to Top