Modernità sensibile
Progetti 2010-2020
fabio fabbrizzi 
Il libro raccoglie il segmento più recente della ricerca progettuale dell’autore. Ricerca che indipendentemente dalle categorie attraverso le quali viene presentata, ovvero Archeologia, Sacro, Comunità e Urbano, si muove all’interno di una serie di modalità compositive ricorrenti che prescindendo dai diversi temi percorsi, vanno a costituire una sorta di generale sfondo di riferimento contro il quale i vari progetti si confrontano. Interpretazione, memoria, topografia, paesaggio, ma anche disegno, carattere, identità e appropriatezza, sono solo alcune delle componenti di questo sfondo, che volutamente non vuole andare a costituire una generale teoria di riferimento, quanto piuttosto, un’attitudine, una pratica, un approccio, basati solo su una possibile poetica legata al frammento.
Fabio Fabbrizzi è Professore Associato di Progettazione Architettonica e Urbana presso il DIDA –Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze.Da molto tempo la sua ricerca teorica e progettuale si addentra nel rapporto tra memoria e contemporaneità nella sensibile interpretazione progettuale dei caratteri e delle identità offerti dai diversi luoghi. Autore di numerosi testi e pubblicazioni scientifiche sul progetto d’architettura e sui suoi molti aspetti, insegna Progettazione Architettonica presso il DIDA –Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, Allestimento e Museografia presso la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio dell’Università degli Studi di Firenze, nonché Progettazione degli Spazi Espositivi all’Accademia di Belle Arti di Firenze.In seguito alle molte relazioni di insegnamento e di scambio con prestigiose scuole di architettura nel mondo, molti dei suoi attuali interessi nell’ambito della disciplina progettuale, scaturiscono da sinergie con gruppi di ricerca internazionali.

Fabio Fabbrizzi is Associate Professor of Architectural and Urban Design at the Department of Architecture, DIDA, of the University of Florence. His theoretical and project research inquires into the relationship between memory and the contemporary in the interpretation of the many features of places, including environmental factors. He is the author of many scientific texts and publications on the architectural project and on its many aspects. He teaches Architectural Design at the Department of Architecture, DIDA, of the University of Florence and Exhibition Mounting and Museography at the School of Specialization in Architectural and Landscape Heritage of the University of Florence, as well as Design of Exhibition Spaces at the Academy of Fine Arts of Florence. As a result of his many teaching experiences and exchanges with prestigious architecture schools throughout the world, many of his current interests in the field of design originate in synergy with international research groups.


Back to Top