Maestri e luoghi | Maestri e città
Quaderni del Dottorato in Composizione Architettonica
a cura di
giulia fornai, vincenzo moschetti
Guardare, imparare, trasporre. Sono questi gli atti del fare. Come imponenti connessioni, i tre termini identificano quello che si trova tra le logiche condizioni del progetto, tra il pensiero e l’azione. La lezione delle avversità, siano queste abbandoni o distruzioni belliche, forniscono l’occasione di classificare e apprendere, coinvolgendo in ogni costruire ragionato, il senso insito del (ri)costruire. Pezzi come parti di architetture viaggiano a comporre un sillabario identico ma sempre nuovo; tipi e forme, ci insegnano Aalto, Rossi e Taut, possono diventare l’apparato spaziale in cui trascrivere e trasportare molteplici geografie. Comprendiamo quindi come la ricostruzione, in questo sistema, sia una questione di eredità compositiva, sostanziale e narrativa.
Back to Top