In mezzo alle cose
Città e spazi interclusi
maddalena rossi, iacopo zetti
Il volume narra un’esperienza di ricerca che si è concentrata sugli spazi interclusi. Luoghi ai margini delle centralità urbane, anche quando a queste interni, pezzi di campagna scampati alle costruzioni, piccoli lotti che fanno attrito al fluire dell’edificato che ha invaso i fondo valle, errori della pianificazione razionale, spazi abbandonati da attività produttive, pezzi di infrastrutture e servizi non più utilizzati, cantieri di costruzioni mai finite, e molte altre tessere di un puzzle che il testo cercherà di comporre e che, come in un puzzle, non hanno significato se prese ognuna per sé, ma solo se rimontate in un disegno complessivo.
I volumi A e B contengono un unico lavoro di ricerca. In particolare il volume B ospita due saggi che completano l’indagine che è all’origine di  questa pubblicazione, oltre a diversi elaborati grafici. Questi ultimi,  prevalentemente mappe, vanno letti in parallelo al testo contenuto nel volume A e che ad essi rimanda in diverse sue parti.
Back to Top