Architetture possibili
riccardo butini
L’architettura chiede tempo e un esercizio paziente, ripetuto. Rivendicare il tempo, la sua estrema importanza nel processo ideativo, non è certo da interpretare come un invito all’immobilismo, ma piuttosto alla presa di coscienza di una delle principali cause della perdita della qualità nella maggior parte della produzione architettonica degli ultimi decenni. Il pensiero ha bisogno, affinché possa coerentemente confluire in un progetto, di una maturazione che, al di là di ogni aggiornamento strumentale, non potrà essere compressa, pena la perdita del pensiero stesso, all’infinito. Se riduciamo tutto ad un fatto esclusivamente tecnico, se le priorità non sono più legate ad una ricerca della definizione dello spazio, delle relazioni tra le parti attraverso la proporzione, il valore materico delle superfici, la luce. 
Riccardo Butini, nato a Siena nel 1971 è laureato presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze. Dottore di Ricerca, dal 2003 al 2007 svolge l’attività di tutor nel Master in Teologia e Architettura di Chiese presso la Facoltà Teologica dell’Italia Centrale. Dal 2009 è Ricercatore presso la Facoltà di Architettura di Firenze, dove insegna Progettazione Architettonica. È membro del Collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca della Scuola di Architettura di Firenze.Nel 2007 pubblica il libro Giovanni Michelucci. Fotogrammi del museo (Diabasis editrice), nel 2012 Luoghi dell’ abitare. Tham & Videgard Arkitekter e nel 2014 Architettura Sacra. Paolo Zermani (Casa Editrice Libría), nel 2016 Cinque Architetture (Casa Editrice Libría) e Progetto contemporaneo nel paesaggio archeologico (Didapress).È redattore della rivista Firenze Architettura. Suoi scritti e progetti sono pubblicati su riviste e testi di architettura.Tra le realizzazioni, la Nuova Sede della Società di Castelsenio (2004), la Sede direzionale e produttiva a Monteriggioni (2008), le Case a Carpineto (2014), il Centro per le arti visive ex-distilleria Lo Stellino (2016) e l’architettura temporanea Sotto le Logge del Papa (2018).Ha partecipato a concorsi d’architettura nazionali e internazionali affrontando principalmente i temi del recupero e ricostruzione di antichi complessi architettonici.
Alberto Pireddu, architetto e dottore di ricerca, dal 2018 è professore associato di Composizione architettonica e urbana presso il Dipartimento di Architettura | Università degli Studi di Firenze e EM | ADU, Ecole EuroMed d’Architecture, de Design et d’Urbanisme | Université EuroMed de Fès.Tra i suoi temi di ricerca: l’astrazione in architettura, il progetto nel suo rapporto con i luoghi, le influenze e le contaminazioni nell’universo mediterraneo, con particolare riferimento alle relazioni tra l’Italia e la Spagna.

Riccardo Butini was born in Siena in 1971 and graduated at the Faculty of Architecture of the University of Florence. He has a PhD, and between 2003 and 2007 taught in the Master on Theology and Church Architecture at the Theology Faculty of Central Italy. Since 2009 he is a researcher at the Faculty of Architecture of the University of Florence, where he teaches Architectural Design. He is a member of the College of Professors of the Research Doctorate of the School of Architecture of Florence.
In 2007 he published the book Giovanni Michelucci. Fotogrammi del museo (Diabasis editrice); in 2012 Luoghi dell’ abitare (Tham & Videgard Arkitekter); and in 2014 Architettura Sacra, Paolo Zermani, (Casa Editrice Libría) and Progetto contemporaneo nel paesaggio archeologico (Didapress). He is editor of the journal Firenze Architettura.
His writings and projects are published on architectural journals and volumes.
Among his works, the New Headquarters of the Castelsenio Association (2004), the Managing and Production Headquarters in Monteriggioni (2008), the Houses in Carpineto (2014) and the Centre for visual arts and ex-distillery Lo Stellino (2016), as well as the temporary architecture Sotto le Logge del Papa (2018). He has participated in national and international architectural competitions, addressing mainly the themes of the restoration and reconstruction of ancient architectural complexes.
Back to Top