I luoghi parlano
Communication design come strumento nel processo identitario dei luoghi
alice trematerra
Lo stretto legame tra grafica e architettura, l’indispensabilità di una disciplina rispetto all’altra, la loro stessa stratificazione nel tessuto urbano, la comunicazione dello spazio pubblico, ma anche la continua ricerca di una definizione del concetto di identità, sono alcuni dei temi di questo libro, che diventano occasione di sperimentazione. Si racconterà di come lo spazio pubblico viva dell’interazione spontanea con chi lo abita e come sia, entità fisica, ma anche luogo simbolico di democrazia e libertà civile. Un principio di carattere universale, secondo Calvino, è quello per cui tutte le città comunicano, così come tutti i luoghi all’interno della città, a prescindere dalla loro natura, significano. Si tratta di un approccio etico che, pur riconoscendo che lo spazio urbano e la sua scena mutano immagine e significato continuamente nel tempo, rispetta l’integrità dell’identità originaria del luogo nella ricerca di soluzioni progettuali.
Alice Trematerra, 1988, communication designer, Ph.D. in Design, è assegnista di ricerca al
Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, dove attualmente è docente a contratto
per il corso di Applicazioni di Progettazione I al CDL triennale in Disegno Industriale.
Dal 2014 è art director e componente del gruppo di ricerca del Laboratorio di Comunicazione
Didacommunicationlab. Insieme ad un team di progettisti e ricercatori, cresciuto negli anni,
porta avanti temi di ricerca nel settore della comunicazione, del wayfinding e dell’editoria,
che si concretizzano in esperienze progettuali dirette.
sfoglia la tua copia su issuu
Back to Top