Lo Iuav ai Tolentini: Carlo Scarpa e gli altri
alessandro brodini
Nel 1926 viene istituita la Scuola superiore di architettura di Venezia, successivamente denominata Iuav. 
La sede originaria, palazzo Giustinian a San Trovaso, si rivela presto inadeguata ed è necessario trovare un nuovo edificio che accolga un numero sempre crescente di studenti. Dopo diverse ipotesi, la scelta definitiva cade sull’antico complesso monastico di San Nicolò da Tolentino, noto come “i Tolentini”. Questo studio indaga la storia degli interventi che hanno trasformato, dai primi anni Sessanta, l’ex monastero teatino in sede universitaria, mettendo in luce l’apporto sinora scarsamente considerato di Carlo Scarpa, una delle figure più rilevanti della Scuola, ma anche degli altri progettisti che hanno contribuito a delineare l’aspetto dell’edificio simbolo dello Iuav. 
sfoglia la tua copia su issuu
Alessandro Brodini insegna Storia dell’architettura all’Università degli Studi di Firenze. Laureato in Architettura al Politecnico di Milano, ha conseguito il dottorato in “Storia dell’architettura e dell’urbanisti-ca” presso l’Università Iuav di Venezia.
Tra 2008 e 2016 ha ottenuto diverse borse post dottorato (Bibliotheca Hertziana, Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte in Rom e Alexander von Humboldt Stiftung presso l’Università di Bonn) e assegni di ricer-ca (Università Iuav di Venezia).
I suoi interessi di ricerca riguardano la storia dell’architettura moderna e contemporanea.
Back to Top