Rocca San Silvestro
Archeologia per il restauro
a cura di
andrea arrighetti
Il volume affronta il tema del restauro archeologico attraverso la descrizione di un’esperienza diretta effettuata nel corso del 2016 presso il sito di Rocca San Silvestro. Il progetto, descritto in ogni sua fase, si sviluppa attraverso un’ottica multidisciplinare nella quale architetti, archeologi, geologi ed ingegneri si sono confrontati, creando un filo conduttore comune che ha veicolato le scelte d’intervento effettuate sulla porzione sommitale dell’insediamento. Ampio spazio è dedicato alla fase di documentazione e di analisi del manufatto, attività che hanno prodotto una cospicua quantità di dati, organizzati e registrati mediante l’utilizzo della piattaforma SICaR. II libro rappresenta dunque il primo passo di un grande progetto di restauro, che ha previsto l’intervento diretto sul bene e al contempo ha fornito le basi per una valorizzazione e comunicazione consapevole delle grandi potenzialità di uno degli insediamenti medievali più affascinanti del sud della Toscana.
Andrea Arrighetti è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arti e Spettacolo dell’Università degli Studi di Firenze, Docente a Contratto di Archeologia dell’Architettura presso il Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Siena e Dottore di Ricerca in Archeologia Medievale presso il Dipartimento di Storia e Metodologie Comparate dell’Università degli Studi dell’Aquila. Specializzato in archeologia dell’architettura, archeosismologia e rilievo, i principali interessi sono rivolti allo studio dei sistemi costruttivi dell’edilizia storica, in particolare quella medievale, in Italia e all’Estero e alla sperimentazione delle applicazioni fotogrammetriche e SfM per la registrazione della struttura materiale e per il rilievo dei Beni Culturali mobili ed immobili. Dal 2006 ha partecipato a scavi archeologici proposti dall’Università di Firenze e di Siena e ha svolto e coordinato una nutrita attività di letture stratigrafiche degli elevati e di rilievi in campo nazionale ed internazionale in collaborazione con Università italiane, enti di ricerca e società per conto di soggetti pubblici e privati. Dal 2011 ha svolto attività didattica teorica e pratica all’interno di corsi universitari triennali e specialistici, Soprintendenze, Master e Scuole di Dottorato in Archeologia e in Architettura in Italia, in Spagna ed in Francia, inerenti l’Archeologia dell’Architettura e le tecnologie per il rilievo dell’edilizia storica e più in generale dei Beni Culturali. Ha partecipato in qualità di relatore a numerosi convegni e conferenze nazionali ed internazionali incentrati sui temi dell’Archeologia Medievale, dell’Archeologia dell’Architettura e delle Nuove Tecnologie applicate a Beni Culturali.

Andrea Arrighetti is a research fellow at the Department of History, Archaeology, Geography, Fine and Performing Arts of the University of Florence, as well as adjunct professor of Archaeology of Architecture at the Department of Historical Sciences and Cultural Heritage at the University of Siena. He obtained a PhD in Mediaeval Architecture from the Department of History and Compared Methodologies at the University of L'Aquila. He specialises in archaeology of architecture, archaeoseismology and survey, and his main interests are aimed at the building systems of historical construction, in particular from the Mediaeval period, both in Italy and abroad, and experimenting with the applications of photogrammetry and SfM in the registry of the material structure and the survey of movable and immovable Cultural Heritage. From 2006 he has participated in archaeological diggings undertaken by the Universities of Florence and of Siena and has carried out and coordinated a substantial activity concerning stratigraphic reading and surveys both in Italy and abroad and in collaboration with Italian universities, research centres and companies, both public and private. Since 2011 he has taught theoretical and practical courses at all university levels in Italy as well as in Spain and France, concerning Archaeology of Architecture and technologies for the survey of historical buildings in particular, and of the Cultural Heritage in general. He has given lectures in numerous national and international conferences and convention on the subjects of Mediaeval Archaeology, Archaeology of Architecture and New Technologies applied to the Cultural Heritage.


Back to Top